HOME

La pace viene da dentro, non cercarla fuori

Shinrin Zendo nasce nelle campagne di San Sperate (paese museo) a pochi km da Cagliari, come luogo per la pratica dello Zen e di altre tecniche di consapevolezza.

Chi siamo

Shinrin (dal Giapponese bosco) è un istituto per la Meditazione e la crescita spirituale. Il primo Zendo “itinerante” nasce nel 2003, mentre l’attuale struttura dedicata è stata realizzata solo nel 2017.

Shinrin sorge a pochi km da Cagliari, dal mare della Sardegna e a non più di 10 minuti dall’aeroporto. Oltre alla pratica stanziale dello Zen Sōtō in connessione con il Tempio Anshin di Roma, Shinrin propone l’educazione alla consapevolezza attraverso diverse tecniche e pratiche. L’intento è quello di contribuire alla crescita personale, al benessere psicofisico dei praticanti, al fine di creare le premesse per una società più etica, pacifica e sostenibile. Il comune denominatore di tutte le attività svolte è quello di facilitare l’evoluzione della consapevolezza, attraverso la meditazione, l’espressione artistica, il contatto con la natura e il lavoro comune.

La struttura (work in progress), circondata da quasi 2ha di bosco, dispone di una sala per le varie attività e, a breve, due camere dotate di bagno, per coloro che arrivano da lontano o comunque desiderano fermarsi per seguire corsi e seminari di più giorni.

La pratica Zen e le varie attività di Shinrin sono aperte a tutti, indipendentemente dal credo religioso e dalla cultura di provenienza.

Zen

Lo Zen non è una religione e neppure una filosofia, ma piuttosto una metodologia dello spirito, della coscienza e della mente.
Lo Zen è una Via semplice e concreta che ci riconduce al “qui e adesso”, aiutandoci a superare preconcetti e attaccamenti.

Lo Zen è un rinfrancante tuffo nella realtà, adatto a chiunque, indipendentemente dal proprio credo e percorso religioso.

Le scuole del buddhismo Zen derivano per lignaggi, dottrine e testi strettamente da quelle del buddismo chàn fondato in Cina dal leggendario monaco indiano Bodhidharma, che faceva risalire il proprio lignaggio direttamente al Buddha, tramite il discepolo Mahākāśyapa

L’eresia dell’individualità è la prima grande illusione che deve essere abbandonata da chi voglia intraprendere la Via dello Zen. Il desiderio di conservare questo illusorio sé individuale è l’origine di ogni dolore e di ogni male da noi esperiti. L’idea di anima o di sé è illusoria , perché in realtà non esiste un essere eterno, ma solo un eterno divenire.

Per maggiori informazioni sulla pratica e sullo zen in generale visitate il sito: www.anshin.it

Blog

La pratica con i Maestri, giunti direttamente dal Tempio Anshin di Roma, presso Shinrin Zendo

Incontro di Dharma

Presentazione dello Shinrin Zendo e della Comunità risveglio. Sarà un’occasione per conoscere le attività e le pratiche derivanti dalle tradizioni Buddhiste Zen e Theravada